LO ZAFFERANO IN GASTRONOMIA

Sono più di due millenni che si utilizza lo zafferano a tavola. Oggi questo legame tra cucina e tradizione è più forte che mai. La spezia, caratterizzata da un retrogusto amarognolo e leggere note metalliche, può essere usata in diversi campi. Oltre al potere colorante in grado di dare a ogni piatto un tocco di allegria, oggi lo zafferano sembra essere uno dei tanti elementi che caratterizzano i buoni menù e valorizzano la cultura della tradizione gastronomica di molti paesi. Può essere utilizzato in numerose ricette, oltre alla classica Paella in cui la spezia è fondamentale. Le infusioni di zafferano sono ideali in qualsiasi momento della giornata.

Nei paesi arabi lo zafferano viene aggiunto al caffè, insieme al cardamomo.

Se mettiamo un po ‘di zafferano al cappuccino, gli darà un sapore simile alla vaniglia.
Uno dei migliori consigli degli chef è quello di lasciarlo in infusione nel latte – per gelato, yogurt, budino di riso, ecc. Può essere utilizzato per fare torte e regalare un tocco fresco e originale. Nella pasticceria e nella panetteria lo zafferano è un

prodotto stellato e viene combinato con tocchi di arancia, limone, cocco o spezie come cardamomo e cannella.

Alcuni fili di zafferano sulle patate li rendono un piatto squisito.

Lo zafferano viene utilizzato anche in alcuni cocktail a base di gin o vodka.

Sebbene lo zafferano sia considerate un prodotto tradizionale ha trovato spazio anche nella cucina d’avanguardia, aiutando gli chef a sperimentare e giocare con tutti i sensi.

Grazie alle sue proprietà è un ingrediente apprezzato in tutto il mondo ed è conosciuto nel settore gastronomic con il nome di “Oro Rosso”.

LO ZAFFERANO IN CUCINA

Cucina e cultura sono sfere attinenti: gli ingredienti utilizzati a tavola derivano dalla cultura e tradizione specifica di unpaese. Lo zafferano è la spezia più popolare e la più costosa e gli usi che ne sono stati fatti nelle varie cucine hanno fatto la differenza dei piatti e dei gusti locali rispetto al resto del mondo.

Lo zafferano è usato nella cucina indiana nella preparazione di riso, gelato e dolci. Nel mondo arabo viene aggiunto al caffè, mentre in Italia è diventato famoso per il risotto alla Milanese. In Spagna il piatto tradizionale nazionale, la Paella, riceve dalla spezia l’aroma, il sapore ed il colore che ben conosciamo. 

LO ZAFFERANO IN AMBITO MEDICO

Lo zafferano è stato usato fin dall’antichità nella prevenzione e cura di varie malattie. Svolge una funzione stimolante nella digestione e ha un’azione sedativa che genera effetti terapeutici molto importanti.

 

In generale è noto che lo zafferano agisce sul sistema nervoso: può essere sia analgesico che tonico. Inoltre può essere utilizzato

per ridurre l’insonnia causata da stimolanti cerebrali, attacchi spasmodici e mal di denti. È un noto antidolorifico.

 

I componenti dello zafferano lo rendono benefico in molti casi renendolo un possible sostituto di alcuni elementi chimici presenti nella medicina.

 

I benefici a livello di salute della spezia sono molteplici:

Anti-ansia

Anti-depressione

Anti-carcinogenesi

Effetto positivo sull’apprendimento e sulla memoria

Trattamento della sindrome mestruale

Riduzione del colesterolo

Secondo uno studio condotto dall’Università di Castiglia-La Mancha, crocina e safranale – due dei tre componenti principali dello zafferano – conferiscono a questo prodotto qualità per combattere i primi segni dell’Alzheimer, evidenziandone le proprietà antinfiammatorie e antiossidanti.

ZAFFERANO IN COSMETICA

Oltre ai suoi usi in campo gastronomico, lo zafferano è apprezzato anche per le sue proprietà antiossidanti e lenitive nella cura della pelle e dei capelli. I suoi componenti nutrizionali includono minerali e vitamine come la B2, B3, A, acido folico, calcio, magnesio e altri micronutrienti. Queste qualità  rendono questa spezia un prodotto molto utile per l’industria cosmetica che si basa anche sull’impatto protettivo contro i raggi UV che pare lo zafferano possegga.

Per quanto riguarda la cura della pelle, lo zafferano ha un’alta concentrazione di glicerina, una sostanza importante per la nutrizione delle cellule dell’epidermide. La pelle resta così idratata, priva di impurità, morbida, chiara e dall’aspetto tonico.  Oltre ad avere proprietà antiossidanti e lenitive, lo zafferano ha capacità curative, esfolianti, antirughe e anti-imperfezioni. 

Lo zafferano si prende cura anche dei capelli, rinforzandoli e donando luminosità: nell’antichità, le donne usavano lo zafferano per tingere e profumare i capelli.

ZAFFERANO COME COLORANTE

Lo zafferano e soprattutto i suoi fiori indaco sono, sin dai tempi antichi, conosciuti per la capacità colorante. In Cina allo zafferano si è attribuito un forte significato simbolico: il Buddha indossava una veste color zafferano e i monaci buddisti usavano la spezia come pianta medicinale o materia prima per le colorazioni. Fu da sempre utilizzato nell’industria della tintura per regalare a materiali come seta, filato, lana, cotone, ecc. un colore naturale, piacevole e fuori dall’ordinario.